Fa bene fare del bene

 

ok
Mamma, tutto ok!

Oggi ho bisogno di pensare a cose positive. Sarà che sto vivendo un periodo di preoccupazione per la salute di alcuni famigliari, (uno in particolare) sarà che sembra che il mondo stia andando a rotoli, ma è incredibile come a volte anche solo il ricordo di un gesto gentile, fatto o ricevuto, sia in grado di rimettermi in sesto. L’ho sperimentato più volte, e vi assicuro che su di me funziona: chiudo gli occhi per un attimo, e parto per il mio personalissimo viaggio, dove rivivo per l’ennesima volta quelle sensazioni che mi fanno venire la pelle d’oca anche a distanza di mesi. Fare del bene fa bene a chi lo riceve ma ancora di più a chi lo fa, come quella volta che…….

verona

Verona, novembre 2015, due giorni dopo gli attentati di Parigi non ho nessuna voglia di correre la maratona, ma mi basta essere testimone della solidarietà di cui è “vittima” un runner francese per partire con energia rinnovata e qualcos’altro: quasi un senso di onnipotenza, di forza collettiva percepibile ovunque, come se correre 42 km con un unico pensiero comune rivolto ai cugini oltralpe, possa in qualche modo stemperare il gelo nel cuore del nostro “fratello di maratona”: lo stesso fratello che trovo in piena crisi al 36^ km e a cui cedo il mio ultimo “gel S.O.S.”.

Posso solo immaginare i pensieri che affollano la sua testa, ma sicuramente finire questa maratona significa per lui molto di più che portarsi a casa la medaglia. E forse ha ragione chi dice che “il bene fatto viene sempre restituito”. Quel giorno io l’ho ricevuto con gli interessi: all’arrivo un abbraccio commosso che dice più di tante parole, due perfetti sconosciuti che per un momento perfetto, in una giornata perfetta, in un mondo imperfetto, condividono la loro vittoria più bella, quella che, a distanza di mesi, ha ancora un sapore dolcissimo. Come si fa a non amare questo sport?

Nota: rispetto al mio “solito standard” questo post è molto breve. Stasera non ho la testa per nulla di più anche se il cuore ce lo metto sempre; al tempo stesso, scrivere anche poche righe è servito a stemperare un pò di ansia e di stress. Grazie mille, davvero, per permettermi tutto questo.

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*